Vai a…

Giustizia Per Luigi

Sicurezza Stradale

Giustizia Per Luigi on YouTubeRSS Feed

17 Dicembre 2018

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus: Premier Conte si complimenta con presidente Alberto Pallotti


Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus: Premier Conte si complimenta con presidente Alberto Pallotti

ROMA. La sicurezza stradale al primo posto. Non solo la Lega Serie A e la Lega Volley si sono mostrate a sostegno delle iniziative promosse dall’A.I.F.V.S. Onlus (Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada), ma anche il mondo della politica italiana.

Il presidente del consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, infatti, in una lettera posta all’attenzione del presidente Alberto Pallotti, in occasione delle celebrazioni della giornata mondiale delle vittime della strada, ha unito la sua voce, unitamente a tutto il Governo, “a quella dei familiari e di quanti si impegnano costantemente in questo delicato ambito. L’importante lavoro intrapreso dall’associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada (A.I.F.V.S.) da lei presieduta, non può che sollecitare piena condivisione e partecipazione per sensibilizzare i cittadini e le istituzioni. Rivolgo a lei l’augurio per la meritevole iniziativa”.

“È grande onore per me ricevere questo telegramma dal nostro presidente del consiglio – dice il presidente dell’A.I.F.V.S. Onlus, Alberto Pallotti -. Questa risposta dimostra che la politica può aiutare a diffondere un messaggio decisivo per fermare la strage stradale. Siamo molti, troppi, purtroppo. Ci battiamo da anni per fermare questa assurda ecatombe sulle nostre strade che vale quanto tutte le guerre del mondo, sommate assieme. Il governo può fare molto, speriamo si possa giungere a ridurre in modo drastico il numero di casi annuali. Per adesso ringrazio il presidente per l’attenzione riservata e per le belle parole che spero possano presto tradursi in fatti. E’ molto importante che il governo, proprio in questi giorni, abbia messo sul tavolo il codice della strada, ipotizzando un giro di vite per comportamenti che distraggono alla guida, dal cellulare al divieto di fumare. E’ necessaria la riforma del codice della strada, che ha ormai più di 25 anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie daAversa

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com